Cosa fare quando la polizia suona al campanello di casa?

postd_pl_3

Mandato a comparire davanti alla polizia

La prima e completamente naturale reazione è il desiderio di concludere velocemente la questione chiarendo la situazione.

Anche se Lei non ha niente da nascondere, non Si lasci traviare da questo desiderio. Lei ha diritto che venga ascoltata la sua versione(Diritto di essere ascoltati dal Giudice). Però non è Suo diritto quello che Le venga creduto. Non importa quando onorevole Lei sia, non importa quanto Lei sappia di avere ragione: Lei si trova nel ruolo del/della imputato/a. In questo ruolo di regola non Le viene creduto! Le Sue dichiarazioni potrebbero almeno in parte confermare determinate informazioni della polizia contro di Lei. L’immagine che viene creata in questa situazione non è normalmente più correggibile in seguito.

Ed ancora: la situazione giuridica è diversa dai thriller televisivi. Lei non è tenuto a comparire di fronte alla polizia. Lei ha il diritto a tacere. Ne faccia uso! Lei è solamente tenuto a dare le corrette informazioni riguardanti la Sua persona (Cognome e nome, data di nascita, indirizzo). Per motivi di cordialità si consiglia di disdire l’appuntamento con la polizia, ma non Si lasci coinvolgere in un discorso.

Ma attenzione: Non metta la testa nella sabbia! La situazione non si risolve da sè. Si faccia consigliare da un esperto difensore penale. Egli richiederà di prendere visione negli atti e parlerà con Lei a proposito del futuro svolgimento. Solo agendo in questo modo Lei potrà venire a conoscenza dei mezzi di prova presenti contro di Lei. In quel momento Lei ha ancora tempo per ridurne l’importanza.

Se Lei si rivolge presto ad un difensore, allora egli sarà in grado di creare il prima possibile e nel modo più efficace possibile i modi per Lei decisivi per poter risolvere il procedimento nel miglior modo possibile.

 

Contatto

Suo nome (campo obbligatorio)

Suo E-Mail (campo obbligatorio)

Suo messaggio